Questo argomento contiene 27 risposte, ha 8 partecipanti, ed è stato aggiornato da Marco 17/05/2019,10:16 pm.

Stai vedendo 13 articoli - dal 16 a 28 (di 28 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #49530

    piewankel
    • 99
    • Junior
    • ★★

    @jjlester wrote:

    …PRATICAMENTE I SIGNORI INDIANI ( perché voci di corridoio mi hanno riferito che carter sono stati fatti fare in India)…

    Attenzione a riportare voci di corridoio, sopratutto non vere.
    Capisco lamentarsi in maniera civile (cosa che assolutamente non sai fare), ma qua stiamo andando sulla diffamazione. Ricorda che ognuno è responsabile di cio che dice e scrive ;-)

    #49531

    marzo79
    • 398
    • Master
    • ★★★★★

    Non so dove sian prodotti ma non mi sembra in India, che poi conosci l’India??? Cose buone o non buone non dipende dal paese o da chi li fa ma da come vengono fatti, ti assicuro che gli indiani spesso non hanno nulla da invidiare a noi italiani.
    Comunque a parte questa breve divagazione, giusto lamentarsi e sicuramente nei forum ci sono più lamentele che lodi per qualsiasi prodotto di qualsiasi marca.

    #49532

    Jjlester
    • 39
    • Newbie

    @piewankel wrote:

    @jjlester wrote:

    …PRATICAMENTE I SIGNORI INDIANI ( perché voci di corridoio mi hanno riferito che carter sono stati fatti fare in India)…

    Attenzione a riportare voci di corridoio, sopratutto non vere.
    Capisco lamentarsi in maniera civile (cosa che assolutamente non sai fare), ma qua stiamo andando sulla diffamazione. Ricorda che ognuno è responsabile di cio che dice e scrive ;-)

    Perché scrivere che sono prodotti in INDIA è’ diffamazione?

    non saprò lamentarmi in maniera civile MA STO C…O sono più problemi e difetti che altro

    Dimmi tu se è’ una cosa normale

    #49533

    2IS
    • 43
    • Newbie

    Certo che ognuno è responsabile di ciò che dice, ma sfido chiunque a dirmi che i carter pinasco siano un buon prodotto. Sono stati un fallimento totale, tanto che hanno lanciato la versione 2016 (forse migliori?) senza un reale motivo buttandosi la zappa sui piedi e destando sospetti su cosa avessero di sbagliato quelli 2015. A quel punto decine di annunci “vendo carter pinasco per cambio progetto”, svenduti… Prezzi online (tonazzo in primis) stranamente abbassati dopo l’avvento del modello 2016. Insomma ma pensate che siano tutti deficienti?

    Se fosse stato un buon prodotto non ci sarebbe stato motivo di aggiornarlo dopo un anno, e non partiamo con le solite stronzate del tipo “noi ci miglioriamo sempre”. Un paio di carter qualunque 2015 NUOVI controllati nei piani, quote e concentricità delle sedi, fanno accapponare la pelle, e lasciamo stare un eventuale indagine metalloscopica per bolle, ipodensità della fusione localizzata in determinati punti etc…Che è un buon prodotto lo dicono solo loro, in risposta a tutti quelli che si sono lamentati di qualche rottura o difetto di fusione etc… Gli unici che non si lamentano sono quelli che non sono in grado di controllare i piani, le sedi cuscinetto etc… o non gli passa nemmeno in testa di farlo per incompetenza, sbadataggine o quello che vuoi…o semplicemente hanno avuto culo a beccarne qualche paio migliori o hanno un motore che non li mette in crisi. In tal caso pero’ andavano benissimo i carter originali.
    Ps: dai difetti riscontrati sui carter, è lampante che vengono lavorati separatemente destro e sinistro, contro ogni logica della meccanica basilare in fatto di pezzi che devono lavorare accoppiati. Vorrei proprio capire chi è che permette tutto questo…

    Non sono fatti in india?? Nel senso che sono fatti in un ‘altra nazione che non è l’india? no perchè se si intende che sono italiani, allora facciamo una bella gita a visitare la fabbrica italiana da cui sfornano questi gioiellini marchiati “made in italy”, così possiamo ammirare gli alti standard e il controllo qualità impeccabile.

    #49534

    marzo79
    • 398
    • Master
    • ★★★★★

    Cacchio alzo le mani mi arrendo, pensavo di poter esser d’aiuto e dare qualche info in più ma probabilmente le mie informazioni sono poco attendibili e le mie conoscenze tecniche scarse.

    #49535

    Jjlester
    • 39
    • Newbie

    @marzo79 wrote:

    Cacchio alzo le mani mi arrendo, pensavo di poter esser d’aiuto e dare qualche info in più ma probabilmente le mie informazioni sono poco attendibili e le mie conoscenze tecniche scarse.

    Guarda tutti possono dire la loro. Difficile però spezzare lance a favore della ditta. Dopo i vari accadimenti

    #49536

    marzo79
    • 398
    • Master
    • ★★★★★

    Bhe guarda ti dico la verità ….. Per non aver noie vendi tutto prendi na moto e vai sereno per chilometri e chilometri il doppio più veloce risparmiando un sacco di picci.
    Questo per me è un gioco esperienza diretta l’ho solo con quattrini e pinasco e ti assicuro che ne ho visti di belli e brutti ovunque in tutte le salse e per tutti i prezzi….
    Ma son malato e non riesco a fermarmi neanche hai più grandi disastri tecnici mi sento ancora di ringraziare tutti quelli che ci provano a tirar avanti il mio giochino con mille spunti e invenzioni io da solo non ci sarei mai arrivato fin qua.
    spero che le cose migliorino su tutti i campi….. Ma mi stà bene anche così.
    Ola me ne vado a letto.

    #49537

    2IS
    • 43
    • Newbie

    Marzo79, io non conosco le tue competenze, ma so che materiale ho avuto in mano. Da quando c’è la “nuova gestione” pinasco, ogni singolo ricambio pinasco che ho montato ha avuto problemi e non ha funzionato come doveva, e in tutti i casi ho risolto con materiali che a confronto dovrebbero essere porcherie, cioè Teknoetre, CIF, RMS…Una frizione completa in cui le molle in posizione di spinta sono a 2mm dalla posizione di riposo perchè gli scodellini sono inspiegabilmente sporgenti e non spinge, slittando, francamente non vedo come possa essere messa in commercio e in che razza di motore sia stata testata, se lo è stata, visto che pure su un DR177 slittava…Analogamente, un anello di rinforzo che non fa passare i dischi e fa impuntare la frizione, non so come si possa vendere. Due persone sono venute da me con problemi alla frizione dopo aver montato il clutch slider, che ha consumato il mozzetto frizione in 1 settimana di utilizzo, pero’ in pinasco sostengono che quel ricambio è arrivato a caponord ed è tornato perfetto. Dopo averlo pubblicizzato come compatibile con il mozzetto originale, tra l’altro, hanno creato il ricambio specifico, da montare assolutamente accoppiato al clutch slider. Ma come…non aveva fatto 20.000km senza problemi sul pezzo originale?
    Ho montato un 177 in ghisa pinasco che ha grippato da appena montato e stragrasso di carburazione, l’ho trovato stretto di tolleranza e l’ho lappato….grippato…da 7cent con cui era nato, è riuscito a grippare pure con 11 cent di tolleranza minima, il cilindro lo trovavo ogni volta deformato, la camicia in basso diventava ovale e stringeva sul pistone. Nell’utilizzo, a caldo andava sempre più serrato finchè non bloccava. Per far stare in pace questa persona ho preso un DR che non solo non ha problemi ma va anche meglio e costa la metà. Albero motore PX200 “racing”, spalla riempita…La misura della spalla di tenuta è inferiore di un decimo e la vespa non sta in moto, ovviamente. Quando ho presentato il problema ero con il pezzo in mano e mi è stato risposto via email che avevo sbagliato a misurare e che era impossibile che il pezzo fosse difettoso…Avevo ancora il micrometro sul tavolo ma loro per via telepatica sapevano già che non era come dicevo io. La risposta è stata che ovviamente nessuno si era mai lamentato e che era impossibile che solo il mio ricambio fosse difettoso…Ma infatti non ho mai detto questo, visto che poi ho verificato che tantissimi altri hanno riscontrato lo stesso problema.
    Quando 100 persone si lamentano di qualcosa e a 100 persone viene risposto che nessuno si è mai lamentato, non è che sono tutti coglioni…le voci girano. Bisognerebbe avere anche un po’ di umiltà e capire che non puoi vendere porcherie nascondendosi dietro un marchio storico di cui tutti si fidano e che da sempre è stato sinonimo di affidabilità. Il giochino funziona i primi mesi, poi la gente si sveglia. Allora anzichè dire che dietro un marchio c’è la passione per la vespa, diciamo le cose come stanno, che interessa solo il profitto e farsi pubblicità. Con tutta la buona fede di questo mondo, anzi, la migliore delle ipotesi è che non ci sia qualcuno in grado di capire se chi costruisce per loro fa un buon lavoro o no, e non sarebbe comunque una giustificazione, perchè con le bielle che sono esplose, la gente ha rischiato di ammazzarsi.

    Guarda che l’idea che mi sono fatto io del marchio (e quella che si sono fatta tanti altri), mica è per partito preso. Io mi sto limitando a constatare quello che mi è successo, e siccome nei motori che faccio ci metto la faccia, ad un marchio che mi ha fatto fare solo brutte figure ho chiuso le porte, punto.

    #49538

    marzo79
    • 398
    • Master
    • ★★★★★

    Capisco, ovviamente non posso darti torto se questi sono i fatti. Ti posso dire che a me sembrano sulla buona strada e stan cercando di lavorare bene per tener una buona qualità e un buon prezzo. Spero che un giorno possa riprender fiducia.

    #68273

    Cattivik
    • 115
    • Member
    • ★★★

    Terrore…!!! :et3px-sad: :et3px-sad: :et3px-doubledown: :et3px-doubledown:
    Ma questi problemi ci sono anche per quanto riguarda i particolari small???
    Catt power

    #68274

    Marco
    ADMIN
    • 2235
    • Master
    • ★★★★★

    non so, sui pezzi large ci sono problemi…
    small uso carter quattrini ;)

    #68276

    Cattivik
    • 115
    • Member
    • ★★★

    Umm, ho visto il carter di Max, non mi piace l’aspirazione intravesata…
    La preferisco perpendicolare all’albero per poi realizzare un collettore il più rettilineo possibile.
    Catt power

    #68277

    Marco
    ADMIN
    • 2235
    • Master
    • ★★★★★

    Ah ok…io lamellare al cilindro e via…
    comunque di raggiungono potenze decisamente interessanti…

Stai vedendo 13 articoli - dal 16 a 28 (di 28 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.